Supernova Edizioni Venezia

Petrai Andrea
ISBN: 
978- 88-6869-395-4
Pagine: 
136
Misure: 
13,5x21

"Dove la terra incontra il mare inquietudine d'infinito increspa le acque. Vento caldo che profuma d'oriente accarezza i pensieri, li disperde, mentre l'occhio del sole emana bagliori accecanti. Qui è la perfezione che traduce il concetto in plastica immagine: lo spirito si unisce alla materia per accogliere il divino." Silvia Gasperini

Andrea Petrai, nato a Piombino (LI) il 2 maggio 1964, è docente di lingua e cultura tedesca.  Dopo la maturità classica ha proseguito gli studi alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Pisa dove si è laureato con lode in Lingue e Letterature straniere moderne, perfezionandosi alla Humboldt Universität di Berlino. Nel 1984 pubblica la raccolta di poesie Atmos per Albatros Editrice di Roma. L'incontro a fine anni 90 con il pittore Gaetano Fiore lo motiva a scrivere numerosi testi, talora in versi, ispirati alle opere dell'artista. Grazie a un innato eclettismo, Andrea Petrai sperimenta molteplici linguaggi espressivi. Si dedica al teatro in veste di attore e cura l'introduzione a readings letterari. Approfondisce poi la sua personale ricerca estetica nell'assemblaggio di materiali di provenienza diversa che, reinterpretati, danno origine a creazioni scultoree di nuova potenza evocativa. Tra il dicembre del 2023 e il marzo del 2024 ha partecipato alla mostra Dialoghi presso la Pinacoteca di Follonica (GR) esponendo Keeping busy, esemplare del 2021 della cosiddetta Secessione plastica, ideale corrente che, in chiave ecologista, mira ad armonizzare liricamente memorie sommerse e ondeggianti sogni futuri. La parola, nella duplice forma scritta e orale, è in definitiva l'amalgama di una sensibilità che segue traiettorie divergenti eppur tutte riconducibili a una stessa matrice: il bisogno interiore di trovare o almeno scorgere un senso nell'imprevedibile corso delle nostre vite.

Dalla stessa collana...